Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: 0,00 €

Glossario

LACTOBACILLUS ACIDOPHILUS

Il lactobacillus acidophilus aiuta a normalizzare la flora batterica. Nell’intestino vivono centinaia di batteri diversi, definiti nel loro insieme "flora batterica". Essi presiedono ad importanti funzioni, quali la produzione di vitamine come quelle del complesso B, la H, l’acido pantotenico e l’acido folico. Per cause diverse si possono creare squilibri fra i batteri endogeni e vi possono essere manifestazioni tipiche dell’alterata funzionalità intestinale, quali diarrea e stipsi. Se tali fenomeni si prolungano si possono verificare carenze vitaminiche e malassorbimenti di nutrienti. L’apporto di lactobacillus acidophilus concorre a ripristinare l’equilibrio della flora batterica intestinale. Contrasta i microrganismi patogeni, favorisce la corretta funzionalità intestinale e rafforza il sistema immunitario.

LACTOBACILLUS SPOROGENES

Sono spore attive produttrici di acido lattico. Le spore sono microincapsulate, molto resistenti al calore, agli acidi dello stomaco e ai sali biliari, e raggiungono intatte l’intestino. Qui , nell’arco di tempo di circa due ore, il tempo cioè necessario per lo svuotamento gastrico nei soggetti a digiuno, le spore germinano e si trasformano in cellule vive. Le spore sono attive in tutto il tratto intestinale, nel duodeno, nel digiuno e nell’ileo. Producono acido L-lattico e contrastano la crescita di eventuali batteri patogeni; svolgono un’attività probiotica, favorendo la produzione di vitamine e l’assimilazione di nutrienti quali il calcio, il ferro e il fosforo; favoriscono la digestione, tramite proteolisi e lipolisi e la conversione del lattosio in acido lattico e quindi la digestione del latte e dei prodotti caseari; controllano la produzione di prodotti di fermentazione come ammoniaca o tossine. (Cistomin ) (Trimin) (Carboflat) (Lactovit) (Floriben

LAVANDA

Contiene olii essenziali, tannini, cumarine e flavonoidi. Ha un'azione antispastica sulla muscolatura liscia del tubo digerente e tonica sul sistema nervoso. Diminuisce gli stati ansiosi, facilita il riposo notturno e favorisce la digestione. Oltre ad avere un'azione ansiolitica diretta sul sistema nervoso, modera i disturbi gastrointestinali che spesso si accompagnano alla tensione nervosa.

(Sediloto notte) (Exanerv

LIEVITO DI BIRRA

Il lievito di birra deriva dal micete saccharomyces cerevisiae, un microrganismo utilizzato anche per la produzione della birra o nella lievitazione del pane. E' molto ricco di principi nutritivi quali vitamine del gruppo B, sali minerali e beta-glucani. Stimola le naturali difese dell’organismo, migliora la funzionalità della pelle e degli annessi cutanei, quali unghie e capelli. Migliora la funzionalità dell’intestino. (Lipoben) (Lactovit

LIQUIRIZIA

Contiene glicirrizina, flavonoidi e cumarine. Svolge un'azione antiinfiammatoria e cicatrizzante. Diminuisce lo stimolo della tosse e gli spasmi delle vie respiratorie e risulta utile negli attacchi di tosse convulsa. Presenta inoltre un'azione protettiva nei confronti del fegato e potenzia il sistema immunitario. Un consumo eccessivo in soggetti predisposti può provocare ipertensione. (Bechiben sciroppo

LOTO

Il loto contiene flavonoidi e glicosidi. Ha un’azione rilassante e sedativa, diminuisce l’irritabilità e gli stati di eccitazione nervosa, contribuendo a sedare le manifestazioni di tipo ansioso. Ha inoltre un’azione spasmolitica sui muscoli, facilitando l’allentamento delle tensioni muscolari, e migliora il fisiologico riposo notturno.

(Sediloto notte) (Sediloto

LUPPOLO

Contiene polifenoli, olii essenziali, sostanze resinose e fitoestrogeni. E' un sedativo ed equilibratore nervoso, aiuta a superare le alterazioni dell'umore, l'eccitabilità, l'irrequietezza e i disturbi del sonno. Contiene sostanze con azione simile e sostitutiva degli estrogeni.

(Menomin

LUTEINA

E' un pigmento oculare che appartiene alla famiglia dei carotenoidi, presente nell‘ area centrale della retina, detta macula, responsabile della visione distinta. La sua principale funzione è quella di assorbire e schermare la radiazione luminosa prima che essa raggiunga i substrati ossidabili nei fotorecettori e nell'epitelio pigmentato, e quindi proteggere la retina dagli effetti nocivi delle radiazioni luminose. Da studi clinici risulta che sia la luteina che la zeaxantina proteggano dall'insorgenza di degenerazioni visive legate all'età, quali la cataratta e la degenerazione maculare (Benoftal

PIANTE E PRINCIPI ATTIVI